Share on

Ricerca e sviluppo per creare biostimolanti e fertilizzanti innovativi per l’agricoltura

Soddisfare le attese dei clienti e le esigenze nutrizionali delle diverse colture nel mondo, perseguendo il minimo impatto ambientale: con questi obiettivi, Valagro da sempre investe in Ricerca e Sviluppo, mettendo a punto processi e soluzioni altamente innovativi.

ricerca-e-sviluppo.jpg

Le idee migliori nate dalla ricerca Valagro diventano prototipi. Formulati in laboratorio, vengono messi alla prova da un’accurata sperimentazione e da una severa prova in pieno campo, alle più diverse latitudini e condizioni ambientali. Un processo lungo e impegnativo, che sfrutta il know-how agronomico acquisito da Valagro in oltre 30 anni di esperienza.

Con questo approccio, la ricerca Valagro ha creato GeaPower, un innovativo sistema di tecnologie in grado di potenziare la naturale crescita delle piante. Materie prime vegetali di eccellenza vengono selezionate per individuare ed estrarre gli ingredienti attivi naturali, che vengono sapientemente combinati in prodotti specifici per la nutrizione delle colture. L’utilizzo di indagini selettive e tecnologie all’avanguardia, uniti all’applicazione responsabile e mirata di genomica, fenomica e proteomica, rendono possibile la realizzazione di soluzioni innovative per i processi di crescita delle diverse colture.

I biostimolanti: uno strumento per migliorare la qualità delle produzioni

Cosa sono

I biostimolanti agricoli comprendono diverse formulazioni di sostanze che vengono applicate a piante o terreni per regolare e migliorare i processi fisiologici delle coltivazioni, rendendole quindi più efficienti. I biostimolanti agiscono sulla fisiologia delle piante attraverso canali diversi rispetto ai nutrienti, migliorando il vigore, la resa e la loro qualità, oltre a contribuire alla conservazione del terreno dopo la coltivazione.

I biostimolanti sono sempre più utilizzati nella produzione agricola a livello mondiale e possono contribuire in maniera efficace a vincere la sfida posta dall’aumento della richiesta di cibo da parte della popolazione mondiale in continua crescita.


Se inizialmente i biostimolanti sono stati utilizzati principalmente nell’agricoltura biologica e per le colture orticole e frutticole a più alto valore aggiunto, oggi rivestono un ruolo sempre più importante anche nell’agricoltura tradizionale, come complemento ai fertilizzanti e agli agrofarmaci nonché alle pratiche agronomiche in generale. Essi sono infatti perfettamente compatibili con le più avanzate tecniche di coltivazione che caratterizzano la gestione integrata delle colture (Integrated Crop Management) che è il pilastro dell’agricoltura sostenibile.

A cosa servono
I biostimolanti favoriscono la crescita e lo sviluppo delle piante durante tutto il ciclo di vita della coltivazione, dalla germinazione dei semi alla maturità delle piante:
- migliorando l’efficienza del metabolismo delle piante per determinare incrementi del raccolto e una sua migliore qualità;
- implementando la tolleranza delle piante agli stress abiotici e la capacità di recupero dagli stessi;
- facilitando l’assimilazione, il passaggio e l’uso dei nutrienti;
- incrementando la qualità della produzione agricola, compresi il contenuto di zuccheri, il colore, le dimensioni del frutto ecc.
- regolando e migliorando il contenuto d’acqua nelle piante;
- incrementando alcune proprietà fisiochimiche del suolo e favorendo lo sviluppo di microorganismi del terreno.

Cosa differenzia i biostimolanti dai prodotti per l’agricoltura tradizionali?
I biostimolanti agiscono attraverso meccanismi diversi rispetto ai fertilizzanti, a prescindere dalla presenza di nutrienti nei prodotti. Inoltre, i biostimolanti si distinguono dagli agrofarmaci perché agiscono solamente sul vigore delle piante e non hanno nessuna azione diretta contro i parassiti o le malattie.
La biostimolazione delle piante è dunque complementare all’uso di fertilizzanti ed agrofarmaci.

Il quadro legislativo
Il carattere innovativo del settore dei biostimolanti richiede un approccio flessibile di regolamentazione e risulta sempre più pressante la definizione di una cornice legale europea che riconosca e protegga l’innovazione nel settore. In tal senso, EBIC (European Biostimulants Industry Council) si sta impegnando a supportare le autorità europee nella definizione di una regolamentazione efficace e condivisa di cui possano beneficiare agricoltori, consumatori, industria e l’ambiente.

Per maggiori informazioni sui biostimolanti è possibile leggere uno Studio del Centro Scientifico Italiano dei Fertilizzanti e consultare il sito dell’EBIC

La tecnologia GeaPower: l’innovazione di oggi per il benessere di domani

Utilizzare la Scienza per cogliere e mettere a frutto le potenzialità della Natura con uno sguardo attento alla sostenibilità ambientale: questo è il principio su cui si fonda, GeaPower, l’esclusiva piattaforma tecnologica sviluppata da Valagro per trasformare potenziali principi attivi in soluzioni nutrienti di alta qualità.

La tecnologia GeaPower è alla base delle soluzioni destinate all’agricoltura e, da oggi, le sue potenzialità vengono messe a frutto anche per le altre applicazioni industriali, dalla nutrizione animale al campo della cosmetica e della nutraceutica.

GeaPower certifica un approccio di eccellenza, che si fonda su quattro pilastri fondamentali:

geapower-4pilastri.jpg

 

Profonda conoscenza degli ingredienti attivi e delle materie prime

La nostra profonda conoscenza delle caratteristiche biologiche e chimiche delle materie prime – selezionate responsabilmente in ambienti incontaminati - ci permette di identificare, caratterizzare e preservare i principi attivi specifici che possono aiutare a raggiungere risposte fisiologiche mirate nelle piante.

Scelta dei metodi di estrazione dei principi attivi

Per ciascuna materia prima, e per ogni principio attivo al suo interno, i nostri ricercatori scelgono e mettono a punto il metodo di estrazione più efficace in base alla soluzione che si desidera ottenere.
Solo così è possibile preservare i componenti attivi vegetali che sono il vero punto di forza dei nostri prodotti.

Attività di indagine e capacità analitiche all’avanguardia

Nei nostri laboratori si compie il processo di caratterizzazione chimica, fisica e biologica delle sostanze presenti negli estratti ottenuti dalle materie prime.
Usiamo genomica, proteomica e metabolomica al fine di decifrare i trigger genetici e molecolari per ottenere risposte fisiologiche specifiche nei sistemi vegetali, e questo ci aiuta a comprendere le modalità di azione dei nostri prodotti. Grazie alle nostre tecnologie, possiamo analizzare più di 3000 campioni al giorno per mappare le risposte fisiologiche in diverse condizioni ambientali.

Comprovata capacità di fornire soluzioni efficaci per le esigenze del Cliente

La perfetta conoscenza delle funzioni d’uso legate ai principi attivi estratti e caratterizzati, nonchè la capacità di combinarli tra loro, ci permette di offrire ai nostri clienti la migliore soluzione per le loro esigenze. Le nostre funzioni aziendali di Marketing e R&D sono strettamente integrate perché riteniamo che sia cruciale per la nostra abilità di individuare e offrire sul mercato i prodotti candidati con le migliori potenzialità di sviluppo.